19 aprile 2014

Porto Recanati: la "Bara de notte"

La Bara de Notte tra le vie di Porto Recanati il Venerdì Santo
Porto Recanati  -   processione del Venerdì Santo:  la Bara de Notte      18.04.2014

E' dal 1713, da tre secoli quindi, che la "Bara de Notte" attraversa Porto Recanati la sera del Venerdì Santo.
Chi ha ideato questa espressione di fede è andato giù duro: la processione si concentra solo sulla morte di Gesù e non ci sono scenografie devianti dal tema. Vuole farti capire che il catafalco è la rappresentazione visiva dell'evento conclusivo della Passione e del mistero nascosto nella morte degli umani. Forse, è per questo motivo che noi spettatori, ai lati della strada, mostriamo sì curiosità ma anche rispetto e partecipazione per un miscuglio di tradizione e di fede che smuove dal fondo della nostra anima quel mistero che ci riguarda da vicino.
In attesa, come tanti sperano e tante religioni credono, della Resurrezione.

Buona Pasqua.


La Bara de Notte tra le vie di Porto Recanati il Venerdì Santo
Porto Recanati  -  la Bara de Notte         18.04.2014


La Bara de Notte tra le vie di Porto Recanati il Venerdì Santo
Porto Recanati  -  la Bara de Notte         18.04.2014


La Bara de Notte tra le vie di Porto Recanati il Venerdì Santo
Porto Recanati  -  la Bara de Notte         18.04.2014

In chiesa mentre si canta "Gesù mio con dure funi", canto del 1760.

In processione anche San Giovanni, la Madonna e Maria Maddalena


Informazioni dettagliate sulla "Bara de Notte" le trovi qui.


8 commenti:

  1. brunas19/4/14

    Sono molto critica in generale a proposito della teatralizzazione della morte del Giusto e della sua Resurrezione. Il tuo racconto della Bara de Notte mi pare che la tolga dal novero delle sceneggiate per metterla nell'olimpo di quelle che rispettano il senso profondo dell'evento sacro e aiutano a viverlo .Mi fido della tua provata sensibilità e capacità di cogliere la verità delle cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il confine tra sacro e profano è, per queste manifestazioni, sempre labile e si dilata quasi sempre a scapito del sacro. La sensazione che ho ricevuto è, per una larga parte, di una partecipazione sentita e sganciata dal conteggio delle persone presenti per vantarsi di un successo.



      Elimina
  2. Auguri di Buona Pasqua, caro amico! Abbracci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo solo ora, perciò auguri anche a te ma post-pasquali. Ciao.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Il sogno sarebbe la rinascita, è vero, per ora mi devo però accontentare per essere sopravvissuto alle imponenti libagioni pasquali.

      Elimina
  4. Wow, mi sono fatta un tour gratis nel centro Italia! :)
    Bei luoghi, alcuni del tutto sconosciuti altri solo sentiti, pochi quelli visitati. Il Centro è una zona che conosco poco ma che ho ammirato grazie alle tue magnifiche foto.
    Buon 1° maggio.
    Francesca

    RispondiElimina
  5. Grazie Francesca, vuoi vedere che questa è l'occasione per venirci a trovare? Ti aspettiamo. Ciao.

    RispondiElimina