16 agosto 2014

Il Monsano Folk Festival a Polverigi con i Sonidumbra

... e le stelle del cielo son' quaranta


29° Monsano Folk Festival
Il Chiostro di Villa Nappi a Polverigi è uno spazio speciale per l'ascolto della musica: il suono rimbalza sulle sue pareti mentre si arricchisce di tonalità morbide e vellutate senza distorsioni. Gastone Pietrucci, l'ideatore e direttore con il gruppo La Macina del Monsano Folk Festival, se ha fatto esibire qui i Sonidumbra sapeva che questo sarebbe stato il luogo ideale per esaltare il suono del violino di Gabriele Russo, dell'organetto di Marco Baccarelli e, sopratutto, il canto di Barbara Bucci. E aveva ragione, perché i suoni degli strumenti e la stupenda voce di Barbara sono stati così coinvolgenti che ci hanno proiettati, da subito, dentro alle storie raccontate dai nostri vecchi dove le canzoni rimbalzavano di collina in collina anche durante gli estenuanti lavori nei campi.
Ad ogni Monsano Folk Festival le proposte vecchie e nuove del cartellone sono sempre interessanti e preziose, mai scontate o banali. E di anni ne sono trascorsi ventinove, mica uno. Mitico Gastone! il prossimo anno festeggeremo le...nozze di perla (30 anni), cosa ci regalerai?  


Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  29° Monsano Folk Festival

Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  29° Monsano Folk Festival con i Sonidumbra

Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  29° Monsano Folk Festival 

Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  29° Monsano Folk Festival con i Sonidumbra

Polverigi  -  29° Monsano Folk Festival con i Sonidumbra

Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  29° Monsano Folk Festival con i Sonidumbra


Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  29° Monsano Folk Festival con i Sonidumbra


Polverigi  -  29° Monsano Folk Festival -  Barbara Bucci  voce dei Sonidumbra


Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  saluti finali con Gastone Pietrucci 

E poi a fine concerto, inaspettato, spunta il rinfresco annientatore di diete che alle 23,30 ha travolto, con i suoi salumi formaggi tartine frittatine bruschette dolci e vini locali, anche i  più strenui fondamentalisti delle sane abitudini alimentari.     

Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  rinfresco al  29° Monsano Folk Festival


Polverigi - Chiostro di Villa Nappi  -  rinfresco al  29° Monsano Folk Festival

Ma la vera sorpresa ci è stata regalata, tra un assaggio e l'altro, quando si è aperta una porticina laterale e una guida (non ricordo il nome) ci ha fatto entrare nella chiesa, dell'ex monastero, dedicata al SS. Sacramento. L'edificio, costruito nel XIII secolo, è una specie di chiesa-patchwork per i sovrapposti, adiacenti e contigui rimaneggiamenti del '300 del '400 del '600 e del '700 che un recente  restauro ha reso visibili così come sono stati ritrovati. La visita tra gli altari, gli arredi, le tele e gli affreschi diventa una specie di caccia al tesoro ricca di storia e di bellezza.   


Chiesa SS. Sacramento  -  visita con guida

Polverigi  -  chiesa del  SS. Sacramento


Polverigi  -  chiesa del  SS. Sacramento


Polverigi  -  chiesa del  SS. Sacramento


Polverigi  -  chiesa del  SS. Sacramento

Polverigi  -  chiesa del  SS. Sacramento

Polverigi  -  chiesa del  SS. Sacramento

E dulcis in fundo...Alice!

Alice nel paese (con i vassoi) delle meraviglie


6 commenti:

  1. Come lo sai, io so abbastanza di Italia, ma quando visito il tuo blog, mi trovo questi post su festivali che si fanno in luoghi di cui non avevo mai sentito,come questo Polverigi, che finisce per affascinarmi. Grazie, Leo! Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un luogo comune dell'Italia, che noi cerchiamo di far dimenticare, è " spaghetti e mandolino" però a volte ha un suo perché. Un abbraccio Patzy

      Elimina
  2. ma abitualmente la chiesa restaurata è aperta al pubblico o è stata un'esclusiva per voi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La chiesa viene aperta solo in particolare circostanze, noi non l'avevamo mai potuta vedere.

      Elimina
  3. Il mitico assalto al rinfresco! Davvero bellissima la chiesa.

    RispondiElimina
  4. ti garantisco che a mezzanotte la fame è così tanta che mangeresti anche il colesterolo allo stato puro.

    RispondiElimina