04 agosto 2014

Jesi Jez, featuring Federico II


Jez : Jesi Festival Jazz
Sì, avete letto bene, Jez, l'acronimo che in tre sole lettere racconta una città e una musica: Jesi+Jazz, geniale! Speravo di ascoltare il concerto programmato in piazza Federico II all'esterno del Teatro Valeria Moriconi. Ma l'imprevedibilità di questo luglio 2014, figlio di una stagione monsonica più che dell'estate mediterranea, aveva indotto gli organizzatori a trasferirlo all'interno del piccolo teatro dove, però, i pochi posti gridavano: " lasciate ogni speranza o voi ch'entrate in ritardo!". E io ero in ritardo...tragico. 

Jesi, piazza Federico II
Mi sono ritrovato ai lati del palco vuoto, insieme ai tanti delusi ritardatari, a guardare la piazza e a seguire con lo sguardo il nastro in pietra bianca d'Istria che ripeteva sul selciato" IN QUESTA PIAZZA NASCE IL 26 DIC. 1119 L'IMPERATORE FEDERICO II DI SVEVIA" e che nello stesso istante delimitava uno spazio, reale o leggendario, in cui far nascere, in una tenda, l'imperatore. Tenda simboleggiata dalla panchina-fioriera con incisa sulla base sempre la stessa scritta, in italiano e anche in arabo per ricordare l'interesse che Federico II, "Stupor Mundi", rivolse sia alla cultura latina che a quella araba.
Pensavo che solo il cuore e la mente di chi fosse nato a Jesi, ma poi emigrato a Firenze come l'architetto Sergio Morgante (amico di vecchia data), poteva riprogettare la piazza con linee così semplici, essenziali ma dense di una storia che è parte del Dna di tutti gli jesini. Bravo Sergio!

Jesi, piazza Federico II

Jesi, piazza Federico II


Jesi, piazza Federico II


Jesi, piazza Federico II


Jesi, piazza Federico II - la panchina-fioriera/ tenda

Jesi, piazza Federico II - la panchina-fioriera/ tenda
Si era fatto tardi e avevo dato per perso il concerto quando alle mie spalle sento qualcuno parlare di un posto libero nel teatro. Non ho indugiato e sono entrato come una scheggia, giusto in tempo per ascoltare un mezzo brano e i saluti finali del primo gruppo in cartellone, l' Andrea Molinari Quintet.

                          Andrea Molinari Quintet   "L'era dell'Acquario" 

Ma poi, comodamente seduto quasi in prima fila, ho gustavo la seconda parte del concerto con il quartetto di Stefano Coppari, mentre enormi pianeti in plastica, sospesi come palloncini sopra alle nostre teste, riflettevano le luci del palcoscenico e un' ombra misteriosa si muoveva tra le pareti del teatro.


Stefano Coppari quartet "Eureka" -  Featuring  Claudio Filippini

Teatro Valeria Moriconi  -  ex chiesa di San Floriano

Ombra con tromba
Niente paura, i palloni svolgevano la funzione fonoassorbente, o almeno tentavano di farlo, mentre l'ombra seguiva il trombettista Giacomo Uncini, ospite del gruppo. Il concerto è stato coinvolgente, bravi perciò i ragazzi del quartetto di Stefano Coppari e bravo Giacomo per le sue note forti e, a volte, leggere come un alito di vento! 

Stefano Coppari quartet con Giacomo Uncini alla tromba
Arrivederci al prossimo Jesi Festival organizzato dal Comune di Jesi, "Jez" ovviamente.

6 commenti:

  1. chiamasi botta di..... ecco tanto per darle un nome ed un cognome

    RispondiElimina
  2. In effetti il secondo concerto è iniziato verso le 22,30 e a quel punto diverse persone hanno preferito il letto al concerto.

    RispondiElimina
  3. Meno male che alla fine un posto l'hai trovato.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come dice il detto...tentar non nuoce. Buone vacanze Kylie.

      Elimina
  4. Bellissime immagini di una bellissima serata di jez.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sergio, ma "bellissime" foto è un po' azzardato. Da quando ho scoperto che la Canon compatta te la scordi di averla per quanto è piccola, leggera e pratica ( la metto anche nelle tasche) ho lasciato la reflex solo per le grandi, anzi, grandissime occasioni. Ciao.

      Elimina