13 febbraio 2015

La piccola eternità

Lungomare di Grottammare


La scritta sulla spalletta di un ponte nel lungomare di Grottammare contiene, come in una regola tacita, i soliti due cuori, le iniziali dei nomi, la data e la frase d'amore: in questo caso la strofa della delicata e struggente canzone-poesia " Lo Straniero" (1969) scritta e cantata da George Moustaki .

Ma se, normalmente, il tempo dell'amore descritto sui muri è vago e impalpabile perché eterno e senza fine, qui, invece,  l'eternità è piccola e il tempo è comunque scandito dalla certezza della morte.  Non so chi siano "E" e "C", se lui (o lei) abbia scelto questo testo per la concretezza del contenuto o, semplicemente, perché l'ascolto di questa canzone ha fatto da sfondo al loro primo bacio,  però bisogna essere lucidi e determinati, non solo innamorati, per affidarsi a un progetto come questo.

Quando passo di lì, non vi  nascondo che continuo a fare il tifo e a sperare per quella loro... piccola* eternità.

Buon san Valentino!



* nel testo originale l'eternità è breve 



6 commenti:

  1. ecco breve suona meglio, ma che sia piccola o breve, io pure tifo per loro :)

    RispondiElimina
  2. Bella foto..
    Bravo Leo

    RispondiElimina
  3. Oh! Una scelta originale per illustrare i tuoi auguri di San Valentino! E le tue parole sono state molto toccanti, lo stesso che il pensiero che hai sviluppato nella tua analisi. Buon San Valentino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre troppo gentile Patzy, muchas gracias.

      Elimina