15 luglio 2015

L'alba di Ovidio


L'alba a Valcarecce di Cingoli (MC)

L'avrete notato anche voi che da un po' di tempo gli esperti attribuiscono il nome di personaggi mitologici agli eventi meteorologici estremi. Stiamo tornando ai miti e alle leggende con le quali l'uomo, nel tempo, cercava di districarsi tra la bellezza, la potenza e i misteri della natura e dell'universo. 
Chissà, forse è per questo motivo che stamattina, mentre ascoltavo le notizie dell'arrivo oramai certo del supercaldo africano, mi è venuto in mente questo racconto che  Ovidio compose duemila anni fa. E' di una bellezza unica. La descrizione è modernissima, degna di un fantasy cinematografico:


[...]ecco che allertata dai chiari d’oriente
l’Aurora spalanca i battenti di porpora e gli atrii stipati
di rose; sciama l’esercito di stelle; serrate le fila
Lucifero lascia per ultimo la postazione del cielo.
Appena lo vede calare a terra, il mondo arrossarsi,
illanguidire la falce dell’ultima luna, Titone 
alle Ore comanda di aggiogare i cavalli. Le dee
sollecite eseguono e dalle stalle del cielo conducono
ingozzati di succo d’ambrosia, i quadrupedi che
sputano fuoco, e li bardano coi loro morsi sonanti.
[...]riempiono di nitriti
fiammeggianti l’aria e tempestano i cancelli di calci.
Appena Teti [...] li apre, e spalanca ai cavalli l’immensità del cielo
quelli si avventano, strappano scalpitando per l’aria
le nebbie che incontrano [...] *

trasportano nel cielo il carro del Sole

[...] L’asse è d’oro, d’oro il timone, d’oro i cerchioni
delle ruote, d’argento tutta la serie dei raggi, sui gioghi
gemme e topazi disposti in bell’ordine sprizzano
barbagli abbaglianti specchiandosi nella luce del Sole.[...]*


* V.Sermonti, Le Metamorfosi di Ovidio, Rizzoli, Milano 2014, pp. 79-80


01 luglio 2015

Una mostra che gli fa un baffo a Picasso!


Anzi, due baffi!



Non solo io, anche l'esposimetro della fotocamera è impazzito davanti a questa esplosione di colori.


parete laterale sinistra




Location: Scuola dell'infanzia Biancaneve, Casale S.Ermete di Santarcangelo di Romagna (Rimini)

Artists: tutti i bambini della scuola, dai più piccoli ai più grandi

Art Director: tutte le insegnanti della scuola, dalle più piccole alle più grandi

Sponsor: un genitore. Non so se piccolo o grande, certamente è un grande. Le 120 scatole di cartone                 tutte della stessa dimensione, da usare come mattoni, le ha trovate lui.

Materiali: scatole di cartone, colla e tempere 

Open until: si spera fino a settembre/ottobre, dipende dalla tenuta della colla

Testimonial: Giulia. Dolcissima. Malgrado fossero gli ultimi minuti dell'ultima ora dell'ultimo giorno di                       scuola si è fatta fotografare per farci apprezzare le reali dimensioni della casa   


parete posteriore

parete laterale destra

la finestra, manca solo la zanzariera

l'ingresso
Buone vacanze a tutti!