12 settembre 2016

Un matrimonio a Santa Maria del Bagno a Deruta


Deruta: Santuario  Santa Maria del Bagno           3/9/2016
Paola e Luca si sono scambiati gli anelli "segno d'amore e di fedeltà" nel Santuario Madonna del Bagno a Casalina di Deruta (PG): una mini chiesa a pianta rettangolare con tre navate costruita a fine '600 in aperta campagna per custodire l'effige, ritenuta miracolosa, di una Madonna con Bambino incastrata tra i rami di una "querciola".
Oggi la chiesa è sempre lontana dai centri abitati mentre le preghiere si sono materializzate in circa settecento ex voto in ceramica (siamo a Deruta, la capitale della ceramica) fissate dappertutto: sulle pareti e sulle colonne, davanti e dietro, in basso e in alto fin sopra al portale d'ingresso. Solo le volte degli archi e i soffitti ne sono sgombri.

Deruta: Santuario  Santa Maria del Bagno
Deruta: Santuario Santa Maria del Bagno

Deruta: Santuario  Santa Maria del Bagno
Anche le acquasantiere e gli oggetti sacri dell'altare sono in ceramica.


Quelle formelle cementate sulle pareti con uno schema ben preciso sembrano delle finestre di uno strano condominio all'interno delle quali si possono scoprire, la quotidianità, il lavoro, i desideri, le credenze e le paure di tre secoli e mezzo della nostra storia. Sono il segno di una fede semplice e ingenua (forse), ma, a volte,  per chi  deve scontrarsi con le imprevedibilità e i misteri della vita, la distanza tra scientismo e soprannaturale si riduce fino ad azzerarsi, ieri come oggi.

Per Grazia Ricevuta: guarigione di un'indemoniata

Per Grazia Ricevuta... due nascite

Per Grazia Ricevuta
Luca e Paola hanno scelto questa piccola chiesa perché cercavano il raccoglimento, l'intimità e la condivisione insieme ai loro cari, in una cerimonia essenziale , senza applausi e senza le invadenti luci delle videocamere.
La vicinanza, infatti, gomito a gomito con i parenti, gli amici, gli sposi e, mi piace pensare, con chi ha lasciato un segno di fede sulle pareti, ha reso palpabili e contagiosi, negli sguardi, gli affetti e le emozioni di ciascuno di noi.
E adesso...buona strada insieme!

Paola e Luca

6 commenti:

  1. il posto è davvero bello e gli ex voto fantastici
    …sui gradini lì fuori abbiamo mangiato un ottimo panino un Capodanno di pochi anni fa…è stato bello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è stata una bella sorpresa anche per noi, ci è mancato solo il tempo di dare uno sguardo più accurato agli ex voto. Sarà la scusa per ritornarci.







      Elimina
  2. Spettacolo! Mai vista una cosa del genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio ti ci devi abituare, sono tanti ex voto, troppi, sembrano fatti in serie, poi man mano che li guardi uno ad uno ti si apre un mondo.

      Elimina
  3. Davvero diverso l'interiore di questo santuario! Non avevo mai visto niente di simile, è originale! E complimenti a Paola e Luca, chiunque essi siano! Abbracci per te, Leo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patzy, è stata una scoperta anche per me che abito a un'ora di distanza da Deruta. Ciao.

      Elimina