25 luglio 2016

Bachi da seta a Cingoli


Sono serviti   il Museo dell'Arte Contadina di Cingoli, alcune uova di baco da seta, l'esperienza e il ricordo di due quasi novantenni (Silvio e Marì), la curiosità  e l'impegno di Rita e Franco,  per costruire con la maestria di un tempo una mini bigattiera.

Marì e l'allevamento domestico dei bachi da seta

Si è rinnovato così , quasi per magia, il ciclo completo del baco da seta, dalla larva al bozzolo. Adesso di uova ce ne sono a migliaia, troppe per utilizzarle a scopo didattico, perciò chi vorrà cimentarsi in questa avventura non dovrà far altro che chiederle al Museo, io posso fare da tramite.

Museo dell'Arte Contadina di Cingoli: la deposizione delle uova del baco da seta Bombyx Mori

Museo dell'Arte Contadina di Cingoli, la mini "bigattiera" per i bachi da seta

Museo dell'Arte Contadina di Cingoli, i bozzoli di seta sul "bosco"
Il Museo dell'Arte Contadina  e il Museo del Sidecar, entrambi sotto lo stesso tetto del Museo del Lago a Cingoli, convivono  in un inedito, curioso e interessante connubio, l'uno sotto e l'altro, in parte, sopra. Ma questa sarà tutta un'altra storia  da raccontare.

Cingoli, Museo dell'Arte Contadina con Rita e Franco (sotto) e il Museo del Sidecar (sopra)
Cingoli, Museo dell'Arte Contadina (sotto) e il Museo del Sidecar (sopra)


6 commenti:

  1. A Padova per anni c'è stata la scuola ora, in collaborazione con la facoltà di agraria, hanno creato un museo degli insetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccezionale il connubio con l'università di agraria.

      Elimina
  2. Un museo davvero molto particolare. Grazie della gradita visita Leo a presto
    Maurizio

    RispondiElimina
  3. Come sempre, ci hai sorpreso con visite a questi luoghi di contenuti diversi! Abbraccio Leo!

    RispondiElimina